Come se i poligoni non bastassero

Tratto da nobordersard:

Mattinata di mobilitazione contro le esercitazioni a Cagliari

Questa mattina 20 militanti di “A Foras contra a s’ocupatzione militare de sa Sardigna” si sono trovati tra la caserma Villasanta e la Monfenera in viale Poetto, per disturbare l’esercitazione che si stava svolgendo all’interno delle caserme e sulla Sella del Diavolo. Muniti di torce, fumogeni e razzetti di segnalazione hanno mostrato la loro contrarietà alla manovra militare in atto. Elicotteri, spostamenti di mezzi e uomini hanno invaso lo spazio cittadino e il quartiere del sole, in lontananza boati e spari hanno raccolto la preoccupazione di molti residenti.

Dopo alcuni minuti, carabinieri e polizia militare hanno bloccato la carovana che in quel momento stava volantinando nel quartiere. Di seguito al fermo si è ripresa l’attività di informazione su quello che stava accadendo a pochi metri dall’abitato. Nonostante l’avviso (tardivo) da parte del comune, la quasi totalità delle persone incontrate non aveva idea dell’esercitazione e si è mostrata contraria all’attività militare in corso.

Con la fervida speranza che questo sia il primo ed ultimo episodio che vede come scenario la zona cittadina, nonostante ampie fette di territorio già preda della opprimente occupazione, invitiamo cittadini e cittadine tutte a rendersi parte attiva contro la presenza militare partecipando in massa al corteo del 2 giugno contro basi ed esercitazioni militari nella nostra isola.

 


Comments are closed.