Giu 22 2018

Rovereto: Attaccata filiale della Deutsche Bank in solidarietà con Afrin

Apprendiamo dai quotidiani locali che, nella notte fra il 18 e il 19 giugno, quattro vetrate della Deutsche Bank, in pieno centro a Rovereto, sono state danneggiate con numerosi colpi di un “oggetto contundente”. Tracciata la scritta: “Afrin Libera”. Gli stessi giornali ci informano che la banca tedesca finanzia l’industria degli armamenti, compresi quelli usati dal governo di Erdogan.


Giu 15 2018

Sardegna: Antimilitarismo, giornalismo e pacifismo: una risposta

Riceviamo e pubblichiamo:

Questo scritto non vuole essere una posizione collettiva o propria di un gruppo, ma solo la posizione personale di un compagno antimilitarista sardo, in risposta a due articoli riguardanti dei fatti che hanno visto protagonista chi scrive.                                               Sono gradite critiche e contributi.

ANTIMILITARISMO, GIORNALISMO E PACIFISMO: UNA RISPOSTA.

“Noi non siamo terroristi né criminali. È proprio perché amiamo la vita, perché gioiamo di fronte allo spirito umano, che siamo diventati combattenti per la libertà contro questo sistema razzista, imperialista e mortifero.”

David Gilbert

Sono passati due mesi esatti dalla Due Giorni contro la RWM (7-8 aprile 2018), un’iniziativa in cui un gruppo di compagni/e si è impegnato, con energia, tempo e determinazione.

È necessario, per me, mettere bocca su una questione nata durante la Due Giorni: la cacciata di due giornalisti di Videolina/TG3. Non ho commentato finora l’accaduto, se non in prima persona, confrontandomi con alcuni/e compagni/e:  perché credo che il report mandato in televisione parli per sé, perché ritengo che chiunque possa solidarizzare con la causa antimilitarista possa capire, non dico condividere, un gesto simile, una risposta a tono al comportamento di quei due giornalisti. Perché, nonostante io sappia che una parte del movimento contro le basi militari e l’occupazione della Sardegna non condivida quanto ha visto in televisione (anche se il tutto è caduto nel nulla, com’era ovvio che fosse), non faccio un passo indietro sulle mie azioni e me ne assumo completa responsabilità, davanti a chiunque voglia recriminarmi qualcosa. Rispondo io, delle mie azioni e delle mie scelte.

Continue reading


Giu 15 2018

Roma: Aperto blog contro il Pentagono italiano

Riceviamo e pubblichiamo:

Il 1 Marzo 2017 appare su Repubblica un’intervista a Roberta Pinotti, in cui la ministra per la Difesa svela il progetto di realizzazione del “Pentagono Italiano”, polo unico destinato ad accogliere i vertici di tutte le forze armate, accorpate dal 2015 sotto il controllo e comando unico del Capo di Stato Maggiore della Difesa.

Il luogo prescelto per la realizzazione di questa struttura è l’ex aeroporto Baracca, situato nel Parco Archeologico di Centocelle (PAC). Le poche informazioni pubbliche sul progetto di realizzazione descrivono interventi sulla mobilità locale, l’occupazione di ettari di verde sottratti al PAC e il controllo di ciò che resta di quest’ultimo, tramite un presidio armato.

Continue reading


Giu 12 2018

Sardegna: La questura scrive sopratutto d’Estate

La questura cagliaritana ha ormai da anni un oscuro rituale : all’inizio della stagione estiva inizia a mandare provvedimenti o letterine di vario tipo alle compagne ed ai compagni.

Gli argomenti sono ogni anno i piu’ disparati : dagli avvisi orali, alle richieste di sorveglianza , ai fogli di via piu’ denunce e amenità varie.

Anche quest’anno per non smentirsi arrivano le letterine. A circa una decina tra compagne e compagni è arrivata o e’ in arrivo l’avviso di conclusione indagini per l’ingresso arbitrario all’interno dei confini militari del poligono di Teulada del 3 Novembre 2015.

Continue reading


Giu 8 2018

Berlino: Vetri rotti a filiale Allianz

Tratto da roundrobin.info

9 aprile 2018

La settimana passata abbiamo spaccato i vetri alla filiale Allianz nel Strausberger Platz. L’assicuratore Allianz finanzia e investe in tante imprese tedesche delle armi. Tra cui l’impresa delle armi Rheinmetall coinvolta direttamente nella guerra contro la rivoluzione sociale a Rojava con la produzione parziale del carrarmato Leopard 2. Consideriamo quest’azione come parte delle innumerevoli e variegate azioni degli ultimi mesi e incitiamo a continuare l’attacco ai profittatori e finanziatori della guerra con ogni mezzo a nostra disposizione. Inoltre accogliamo con favore  l’appello al giorno X (https://de.indymedia.org/node/19096) dei gruppi antifa contro l’imminente visita di Erdogan a Berlino.


Giu 7 2018

Sardegna: Presidio contro la Vitrociset

Tratto da nobordersard

Venerdì 8 giugno alle 15.00 si svolgerà presso la sala stampa dell’Unione Sarda un convegno chiamato “Sardegna regione spaziale”. Gli organizzatori sono la Vitrociset e Airpress (un mensile sulle politiche per l’aerospazio e la difesa).

La Vitrociset è, insieme alla RWM, una delle due aziende belliche più importanti esistenti in Sardegna. Da pochi mesi è nota l’intenzione di aprire una nuova sede a Cagliari, all’interno del progetto di riorganizzazione del porto, chiamato Port2020.

Continue reading


Giu 6 2018

Genova: Dibattito/Presentazione de “Gli ammutinati delle trincee”

Tratto da roundrobin.info

incontro con Marco Rossi, autore de “GLI AMMUTINATI DELLE TRINCEE. Antimilitarismo e insubordinazione dalla guerra di Libia al Primo conflitto mondiale”.

venerdì 8 giugno 2018 Aula Garage – Polo didattico via delle fontane 10

Genova, h 17.30

Non tutti i contadini e gli operai travolti dalla guerra accettarono passivamente di morire per interessi e logiche non loro. Prigionieri delle trincee, combatterono una loro guerra dentro la guerra, ammutinandosi agli ordini dei generali, disertando, dandosi alla macchia, animando rivolte per difendersi da una patria che li mandava al massacro e li voleva assassini di altri sfruttati.

Continue reading


Giu 6 2018

Lipsia: Attacco incendiario contro Siemens per la campagna fight4Afrin

Tratto da roundrobin.info

Lipsia (Leipzig), 24 aprile 2018

Lunedì notte abbiamo appiccato il fuoco a Siemens. Con questi attentati ci aggreghiamo alla campagna fight4Afrin.

Furtivamente ci avvicinammo allo stabile per uffici, spaccammo una finestra e gettammo dentro alcuni ordigni incendiari. Dopo depositammo un ordigno incendiario sotto una carretta della ditta. Ci fa piacere leggere che l’ufficio fu devastato e l’auto totalmente bruciata. Continue reading


Giu 5 2018

Germania: Il No degli insegnanti al matrimonio scuole – forze armate

Riceviamo e diffondiamo:

La banalità del male. Aule e cortili convertiti in caserme; parate, cori e bande di studenti e soldati; lezioni di costituzione, convivenza, storia, lingue straniere e ginnastica con generali e ammiragli; visite guidate a basi, installazioni radar ed aeroporti militari; attività-studio su cacciabombardieri, carri armati, sottomarini e fregate di guerra; alternanza scuola-lavoro nelle forze armate o nelle aziende produttrici di armi di distruzione di massa. Non passa giorno che le istituzioni scolastiche italiane di ogni ordine e grado sperimentino militarismi e militarizzazioni, nel silenzio-assenso di buona parte dei docenti, dei genitori e degli studenti. Eppure, aldilà delle Alpi, decine di migliaia di pedagogisti, educatori ed insegnanti operano e lottano per affermare il principio-dovere che l’istruzione sia indirizzata alla difesa della pace contro tutte le guerre, al pieno sviluppo della personalità umana, al rafforzamento del rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali.

Continue reading


Giu 5 2018

Gli artigli della Marina sull’Università di Messina

Riceviamo e diffondiamo:

Università degli Studi di Messina con le stellette. Giovedì 31 maggio, presso il Comando della Marina Militare ospitato nell’antico Forte di San Salvatore della città dello Stretto, il contrammiraglio Nicola De Felice, Comandante Marittimo della Sicilia ed il Magnifico Rettore dell’Ateneo di Messina, Salvatore Cuzzocrea, hanno firmato un accordo per sviluppare “sinergie e rapporti di collaborazione” nelle “diverse aree di comune interesse e potenziali partenariati strategici”.

Continue reading