Dic 29 2015

Bruxelles: Né la loro guerra, né la loro pace. Per la rivoluzione sociale

Manifesto affisso a Bruxelles

La guerra è arrivata fin davanti alla porta delle vostre case. I militari che stazionano nelle strade ne sono la dimostrazione. I controlli rafforzati in strada fanno sparire centinaia di immigrati nei campi di deportazione. Gli sbirri sono in apprensione e applicano una tolleranza zero schiacciando tutti coloro che non restano all’interno dei ranghi. I giornalisti fanno penetrare il messaggio del potere nelle nostre teste. E il denaro piove per finanziare la lotta contro «la minaccia». Continue reading


Dic 29 2015

Forlì: scritto sui fatti di Parigi

TERRORISTI E TERRORIZZATI
Riflessioni sui fatti di Parigi

Quando succedono cose come quelle successe a Parigi il 13 novembre scorso, sai che il tuo mondo cambierà.
Lo sai non perché tutti i telegiornali improvvisamente parlano di quello, o perché i capi di stato con le loro grasse facce da assassini in giacca-e-cravatta fanno proclami solenni alle nazioni, lo sai perché senti la paura nell’aria. Continue reading


Dic 29 2015

Trento: Uscito primo numero di “Sabot”

E’ uscito il primo numero di “Sabot”, foglio discontinuo di pratiche continue di Trento, fatto da alcuni studenti e studentesse della Facoltà di Sociologia. Lo pubblichiamo per le riflessioni e approfondimenti che emergono dai testi riguardanti usciti i fatti di Parigi del 13 novembre scorso.

Per scaricare il foglio: SABOT_PDF_8DIC.compressed

 

 


Dic 29 2015

Ancora movimenti militari

La Maior è di nuovo diretta in Sardegna, domani mattina dovrebbe attraccare al porto di Sant’Antioco, probabilmente solo per caricare gli ultimi mezzi della Brigata meccanizzata Pinerolo. Non sappiamo se sia carica.

SEGUIRANNO NEWS


Dic 24 2015

Montenegro, ventinovesima stella della NATO

Tratto da antoniomazzeoblog.blogspot.it

Nei primi mesi del 2017 il piccolo Montenegro entrerà a far parte della grande NATO. La decisione è stata assunta il 2 dicembre scorso in occasione del vertice dei ministri degli esteri dei 28 paesi membri dell’Alleanza. Una settimana prima, il Segretario generale della NATO Jens Stoltenberg e il vice Alexander Vershbowsi si erano incontrati in Belgio con il ministro per gli affari esteri montenegrino Igor Lukšić e il titolare del dicastero della difesa Milica Pejanović-Đurišić per sottoscrivere un pre-accordo tra le parti. “Si tratta di un giorno importante per il Montenegro, i Balcani occidentali e l’Alleanza”, ha enfatizzato Jens Stoltenberg. “I progressi fatti dal Montenegro facilitano pure la possibilità che diventi membro dell’Unione europea. I paesi NATO e EU costituiscono una comunità delle moderne democrazie. Noi condividiamo gli stessi valori e nove cittadini dell’Unione europea su dieci vivono in un paese NATO. Insieme, l’open door NATO e l’allargamento EU hanno rafforzato la sicurezza e la stabilità in tutta Europa”. Continue reading


Dic 24 2015

Una Frontex 2 contro migranti e cittadini europei “sospetti”

Tratto da antoniomazzeoblog.blogspot.it

Dopo l’operazione Triton e il varo della forza navale EUNAVFOR MED, l’Unione europea pensa a nuovi strumenti militari per “garantire una gestione forte e condivisa delle frontiere esterne” e fare la guerra ai migranti nel Mediterraneo. Il 15 dicembre la Commissione europea ha infatti deciso di potenziare il mandato e le risorse finanziarie di Frontex, l’agenzia di vigilanza e controllo dei confini Ue ed istituire una Guardia costiera e frontaliera europea che sovrintenda con piena autonomia alla gestione delle operazioni anti-migrazioni. Continue reading


Dic 24 2015

Germania: Sabotaggio a pubblicità per l’esercito federale

Brema, 28 novembre 2015

Punto sulla lista di azioni contro l’offensiva pubblicitaria della Bundeswehr:La mattina presto del 28 novembre, nella city di Brema abbiamo attaccato con la vernice uno striscione della Bundeswehr alto quanto una casa. Ancora non c’è risposta adeguata alla campagna federale “Fai quel che conta”. Ecco un breve video dell’azione su Vimeo: (https://vimeo.com/147781324).

Il vessillo rosato è rimasto appeso quasi una settimana prima di essere rimosso.Sotto la comandante suprema Ursula von der Leyen, l’armata tedesca, con l’appoggio dell’agenzia pubblicitaria Castenow, porta avanti un’offensiva all’interno del paese. Secondo Castenow (Neuer Zollhof 3, 40221 Düsseldorf) la campagna dovrebbe “in varie fasi posizionare le forze armate come datore di lavoro particolarmente soddisfacente e qualificante”.

Continue reading


Dic 24 2015

Rennes, Francia: Un anno dopo.

Un modesto contributo.

Un anno fa (NdT: nella notte tra il 25 eil 26 ottobre), durante una manifestazione contro il progetto della diga di Sivens, l’esercito uccideva una persona tra gli oppositori.

Il giorno prima un centro di reclutamente dell’esercito (CIRFA) aveva aperto i battenti a Rennes. Mondo cinico. Continue reading


Dic 16 2015

Proposta di azione contro i movimenti dei convogli militari

Rallentare o bloccare i convogli militari che si spostano su e giù per la penisola italiana, o quando si imbarcano o sbarcano nei porti per raggiungere Sicilia e Sardegna.

Nell’ultimo anno di lotte antimilitariste in Sardegna è stata rispolverata e riscoperta questa pratica, storicamente utilizzata un pò dovunque, diffusa in Italia all’inizio degli anni ’90 contro la guerra nel golfo, in Germania e in Val Susa contro i treni Castor, solo per citare un paio di esempi. Continue reading


Dic 16 2015

Atene: veicolo incendiato per un dicembre nero

Il 12/12,all’alba abbiamo incendiato un veicolo della ditta BILL SAFETY ( negozio di uniformi per la polizia e l’esercito)in via Sevastopoulou nel quartiere di Kesariani.

Per l’anarchia.
Tutto continua.
Per un Dicembre Nero.