Brema: Vernice a OHB System Sa

Tratto da contrainfo

6 marzo 2017

Ieri notte a Brema c’incontrammo presso la centrale di OHB System Sa in Universitätsallee. Da banda arrabbiata attaccammo la facciata e i vetri dell’impresa produttrice d’armi con sacchetti alla vernice e pece da un estintore.

OHB System Sa (Orbitale Hochtechnologie Bremen) è una delle imprese europee più importanti e di successo nell’ambito dell’astronautica e della tecnica satellitare. Una grossa parte della produzione di sistemi satellitari sono ordinazioni dell’esercito federale o dell’ufficio federale per la tecnica di difesa. La ditta stessa si definisce gruppo astronautico e di alta tecnologia e con ciò tace che in realtà è un impresa del riarmo.

Una parte dei prodotti dell’impresa che esiste da 50 anni sono per esempio progetti come lo sviluppo, la costruzione e la gestione di “SAR Lupe”. È il primo sistema tedesco di ricognizione satellitare. Consiste in cinque piccoli satelliti con il relativo segmento a terra e fornisce all’esercito federale immagini di ricognizione a livello mondiale in tempo reale, uguale se nella regione spiata è notte oppure nuvoloso. Nel 2013, l’impresa sviluppava e costruiva, come altro esempio, il sistema di ricognizione satellitare “SARah”, basato sui radar. Committente, sempre l’esercito federale.

Un’ulteriore committente è anche l’agenzia FRONTEX: OBH insieme a EADS e l’università privata Jakobs Bremen sviluppava e costruiva la tecnologia ad utilizzo anzitutto militare per il progetto prestigio GMES, il “Globales Monitoring für Umwelt und Sicherheit (…per l’ambiente e la sicurezza)”. GMES è un progetto in rete nel quale dei diversi segmenti sono destinati allo sviluppo dei relativi satelliti specializzati. Tra l’altro assolve la funzione di rilevare e di “respingere” dai confini europei le persone in fuga.
OHB System rende FRONTEX capace di rilevare e cacciare le persone con l’ausilio di una tecnica di ricognizione ad altissimo livello ed è perciò corresponsabile per la morte di migliaia: per la morte di coloro che si scoprono durante il tragitto sul Mediterraneo che poi sono mandatx indietro e pure di coloro che non ottengono neanche un passaggio e crepano davanti alle porte europee. Questo procedere assassino dovrebbe scoraggiare la gente a lasciare i loro paesi d’origine per così tenerla lontana da qui e da un relativo benessere, che alla fine si basa sulle condizioni di sfruttamento e d’invivibilità nei paesi d’origine di tantx emigratx.

L’argomento di FRONTEX, che la tecnica satellitare salverebbe le persone alla deriva, è falso e questo era chiaro da quando è provato che FRONTEX ricaccia spesso le persone alla deriva nei paesi extraeuropei, o le fa respingere, oppure le abbandona alla loro sorte in alto mare.

Ci sono molti altri esempi di quanto OHB System Sa come impresa del riarmo è parte di una pericolosa macchina assassina, di selezione e di sottomissione. L’impresa contribuisce in modo determinante affinché gli interessi militari UE e anzitutto tedeschi possano essere protetti e realizzati.  OHB System partecipa attivamente alla costruzione della fortezza Europa.

Ma non siamo pienx di rabbia e di fantasia distruttiva solo contro le imprese del riarmo come OHB System. Anche la rapida militarizzazione della società, delle città e del nostro quotidiano ci fa arrabbiare. Permanentemente di raccontano la bugia che la militarizzazione servirebbe alla nostra sicurezza, che la guerra sarebbe necessaria e che saremmo minacciatx da tutti i lati.

L’esercito federale spunta dappertutto e spesso con enormi offensive pubblicitarie alle fermate degli autobus, nelle fiere del lavoro, con apparizioni marziali di soldati in divisa presso il chiosco sotto casa o in altri ambiti come per es. negli istituti di formazione.

Un esempio per tutti per la collaborazione civile e militare è l’università di Brema che con l’esercito federale tiene un corso di studi. Dove la clausola civile è completamente svuotata, la quale doverebbe garantire che la ricerca e l’insegnamento non siano abusati per fini militari. La copertura per questo progetto viene da partiti come i verdi e la SPD che, minimizzando, definiscono l’esercito federale esercito di pace senza fini militari. Con il trattato di cooperazione, l’università riserva all’esercito federale dieci posti di studio per un corso d’informatica per giovani reclute donne. La presenza dex militari nelle istituzioni di formazione fa, tra l’altro, parte del progetto del governo federale di schierare ambiti d’organizzazione militari anzitutto sui fronti  cyberspazio ed informazione.

Un altro esempio per la già menzionata militarizzazione della società e della crescente presenza d’uniformatx nelle strade è la manovra per un impiego interno della esercito federale. Martedì prossimo avrà luogo una manovra nel presidio degli sbirri della Vahr che agirà insieme ax soldatx. La manovra si svolge in vari paesi della federazione. Qui a Brema si addestrano a un procedere comune nel caso di una sparatoria in una scuola e di un’attentato con gli esplosivi.

Marchiamo le fantasie d’onnipotenza della Germania!
Sabotiamo l’esercito federale e le imprese del riarmo!
Distruggiamo la nostra impotenza nei confronti delle condizioni imperanti!
Contro ogni autorità e per la vita!

Anonimo

 


Comments are closed.