Occhio al cielo

Tratto da nobordersard

Il 6° stormo Tornado di Ghedi si è distinto per un’operazione antidroga nella zona di Quinzano, vicino Brescia.

I Carabinieri non capivano l’eccessivo andirivieni in un terreno gestito da due persone e, come si chiama il cugino cattivo per picchiare il bullo di turno, hanno passato la palla ai Tornado dell’Aereonautica, proprio gli stessi che si eserciteranno a Capo Frasca questo Novembre. I Tornado con apparecchiature sofisticate e macchine fotografiche hanno così individuato una piantagione di Marijuana e fatto arrestare i due. Oltre che potenziali assassini i piloti si sono rivelati particolarmente infami.

Ma la situazione andrebbe guardata con una prospettiva a più ampio raggio. Le notizie fatte passare dalla stampa, che riguardano l’utilizzo dei Tornado per fotografare le zone sismiche o per osservare spacciatori, hanno proprio l’aspetto di notizie ad hoc per continuare a far passare l’immagine lustrata dei militari e per evidenziare lo sbocco al civile dei mezzi da guerra, magari indicandoli come indispensabili per alcune operazioni.

Le stesse operazioni che prima venivano eseguite dalle classiche forze dell’ordine ora vengono condivise con altri mezzi, sempre più potenti e sempre più invadenti per turbare la tranquillità degli ignari.

In questo momento è da rimarcare come tra una presentazione e l’altra, una serata di orientamento qui ed un’operazione là, i militari stiano investendo molto nella loro immagine e nel crearsi un intorno solidale.

Ostacolarli e far apparire i militari per quello che sono realmente è il minimo.

Nel frattempo occhi al cielo…

 


Comments are closed.